Condizioni generali di vendita

1. Generalità
Le presenti condizioni generali di vendita disciplinano i rapporti contrattuali di Pianca S.p.a. con la propria clientela e, anche se non espressamente richiamate, costituiscono parte integrante di ogni ordine e conferma d’ordine di acquisto dei prodotti commercializzati.
Eventuali modifiche delle clausole di seguito riprodotte nonché eventuali condizioni particolari dovranno essere espressamente pattuite per iscritto dalle parti.
2. Listino
L’ultimo listino predisposto ed inviato alla clientela da Pianca S.p.a. sostituisce ed annulla i precedenti listini.
Le caratteristiche e i dati tecnici contenuti nel listino, nelle illustrazioni e, in genere, nel materiale pubblicitario, non sono da intendersi in senso tassativo ma puramente indicativo; in particolare, luce, vapori ed altri fattori dell’ambiente possono determinare variazioni di colore tali anche da non permettere il perfetto accoppiamento di elementi acquisiti in tempi diversi.
Le differenze estetiche e/o di tonalità dei prodotti non possono costituire motivo di contestazioni da parte dell’acquirente.
3. Modifiche ai prodotti
Pianca S.p.a. si riserva, in qualsiasi momento, il diritto di apportare ai propri prodotti tutte le migliorie e modifiche che, senza alterare la funzionalità dei prodotti stessi, si rendessero necessarie od opportune, anche senza preavviso alcuno.
4. Ordini
Gli ordini di acquisto dovranno essere effettuati per iscritto e dovranno essere completi in ogni loro parte nonchè contenere tutti gli elementi necessari per la corretta individuazione della merce ordinata.
Ciascun ordine di acquisto vale come proposta contrattuale del cliente e, pertanto, è vincolante per Pianca S.p.a. solo se da quest’ultima accettato.
Il venditore si riserva la facoltà di accettare o rifiutare qualsiasi ordine.
In caso di accettazione, gli ordini si intendono sempre assunti salvo disponibilità.
Pianca S.p.a. non è in alcun modo responsabile per la temporanea o definitiva indisponibilità di uno o più prodotti.
Eventuali richieste di variazione agli ordini dovranno pervenire a Pianca S.p.a., in forma scritta, entro 5 giorni dal ricevimento dell’ordine, ed il venditore, previa verifica di fattibilità, potrà comunicare all’acquirente entro ulteriori 5 giorni l’accettazione della variazione. In caso di accettazione, il nuovo prezzo, le modalità di pagamento o le nuove date di consegna verranno fissate dal venditore, rimanendo invariate tutte le altre condizioni.
Eventuali modifiche richieste dal cliente daranno luogo al rimborso delle spese sostenute dal venditore.
5. Annullamento dell’ordine confermato
In caso di annullamento dell’ordine, per qualsiasi motivo o ragione, da parte del cliente, quest’ultimo sarà tenuto a corrispondere integralmente a Pianca S.p.a. l’importo relativo ai materiali ed alle forniture già ordinate dal venditore e/o il corrispettivo relativo agli ordini già in fase di produzione.
6. Caparra confirmatoria
Al momento della conclusione del contratto, Pianca S.p.a. potrà richiedere all’acquirente il versamento di una caparra confirmatoria non superiore al 30% del valore della fornitura; tale caparra sarà disciplinata dall’art. 1385 c.c..
7. Prezzi e pagamenti
I prezzi di vendita, laddove non specificato, sono quelli del listino in vigore alla data della spedizione, IVA esclusa e franco stabilimento Pianca S.p.a. .
I pagamenti devono essere effettuati nel termine e nei modi stabiliti versando l’importo pattuito, detratta la somma eventualmente già versata a titolo di caparra confirmatoria, direttamente a Pianca S.p.a. ovvero ai suoi incaricati muniti di delega ad incassare. Eventuali assegni, effetti cambiari e/o cessioni di credito devono intendersi comunque accettati salvo buon fine e non costituiranno mai novazione del rapporto contrattuale.
L’inadempimento o il ritardo alle obbligazioni di pagamento assunte darà facoltà al venditore di ritenere il cliente decaduto da ogni beneficio del termine eventualmente pattuito, di sospendere ogni ulteriore fornitura di merce, anche se relativa ad altre proposte d’ordine, e di annullare qualsiasi altra commissione in corso, nonché di pretendere il pagamento immediato degli ordini in corso e di ogni altra fattura in scadenza, salvo in ogni caso il diritto al risarcimento del maggior danno.
Il ritardo nel pagamento farà maturare gli interessi sulle somme dovute al tasso previsto dal d.lgs. n. 231/2002.
In caso siano concesse condizioni di pagamento dilazionate, la proprietà dei beni rimane a Pianca S.p.A. sino a totale pagamento del prezzo convenuto.
Pertanto, Pianca S.p.A. si riserva la proprietà di tutto quanto è compreso nella fornitura fino all’integrale pagamento della stessa. Sulle cose vendute graverà quindi, a favore di Pianca S.p.A., la riserva di proprietà di cui all’art. 1523 del Codice Civile.
8. Difficoltà economiche dell’acquirente
Qualora Pianca S.p.a. venga a conoscenza, dopo la conferma dell’ordine, di atti pregiudizievoli a carico dell’acquirente (es. protesti, sequestri, pignoramenti) o di condizioni di difficoltà economica, essa si riserva, a sua discrezione, di sospendere il contratto ed esigere particolari garanzie oppure di risolvere il contratto ex art. 1456 c.c..
9. Consegna
Il termine di consegna indicato alla conferma d’ordine non potrà mai ritenersi essenziale; pertanto in nessun caso il cliente potrà rifiutare la fornitura per ritardi di consegna.
Eventuali ritardi del venditore rispetto alle date di consegna contrattualmente pattuite non potranno dar luogo in ogni caso a risarcimento dei danni o alla risoluzione, anche parziale, del contratto.
Ogni richiesta di variazione del termine di consegna dovrà essere effettuata dal cliente per iscritto, ed approvata dal venditore; tuttavia, il pagamento del prezzo dovrà avvenire alla data di consegna inizialmente concordata.
Qualora il cliente rifiuti la consegna della merce dovrà provvedere, a sua cura e sue spese e su invito scritto del venditore, a ritirare i prodotti oggetto del contratto entro 10 giorni dal predetto invito ed al pagamento del prezzo residuo; trascorso tale termine, Pianca S.p.a. sarà liberata da ogni responsabilità per i danni che direttamente o indirettamente potessero derivare dalla giacenza della merce sia nei magazzini del venditore che in quelli dei trasportatori.
10. Spedizioni e verifiche
L’obbligo di consegna della merce si considera adempiuto al momento della consegna al vettore.
La merce, anche se venduta franco destino, viaggia a rischio e pericolo dell’acquirente e, pertanto, ogni azione di rivalsa o risarcitoria del danno per avarie, ammanchi o altro, deve essere esercitata nei confronti del vettore.
Il destinatario deve quindi verificare il numero dei colli e lo stato degli imballaggi prima del ritiro della merce ed effettuare direttamente al vettore le dovute riserve per mancanze o avarie, delle quali comunque non potrà mai rispondere Pianca S.p.a. .
Le spese di trasporto sono a carico dell’acquirente.
11. Reclami
Eventuali denunce e reclami per vizi e difetti delle forniture eseguite dovranno pervenire per iscritto a Pianca S.p.a. entro 8 giorni dal ricevimento della merce.
Non si accetta merce in restituzione se non previa autorizzazione del fornitore.
Nel caso in cui Pianca S.p.a. sostituisca la merce contestata, il cliente rinuncia a qualsiasi richiesta di risarcimento danni.
Nessun reclamo relativo alla qualità della merce potrà essere fatto valere neppure in via di eccezione se non previo pagamento dell’intero importo risultante a debito del cliente.
12. Diritti di proprietà
Pianca S.p.a. è titolare esclusivo dei diritti di proprietà intellettuali ed industriali.
Il cliente si obbliga a non compiere alcun atto incompatibile con la titolarità di tali diritti; in particolare, è vietata la pubblicità, con foto o con altri mezzi, della merce fornita senza la preventiva autorizzazione scritta del venditore.
13. Tutela dei dati personali
Pianca S.p.a. procederà al trattamento dei dati personali del cliente nel rispetto della normativa in materia di privacy; essi saranno utilizzati esclusivamente ai fini dell’esecuzione del presente contratto e per tutta la durata dello stesso.
L’interessato, ai sensi dell’art. 7 del d.lgs. n. 196/2003, potrà accedere ai propri dati, chiederne l’aggiornamento, la rettificazione e la cancellazione.
14. Foro competente
Eventuali controversie relative all’applicazione, esecuzione, interpretazione e risoluzione del presente contratto saranno devolute alla competenza esclusiva del Tribunale di Treviso, Sezione distaccata di Conegliano, con esclusione di ogni altro foro.